INTERPLAY - 54° PREMIO TERMOLI 2009 PDF

alt


Galleria Civica d'Arte Contemporanea

piazza S. Antonio, Termoli

inaugurazione della

LIV Mostra Nazionale d'Arte Contemporanea

Premio Termoli 2009


INTERPLAY

a cura di Miriam Mirolla e Carla Subrizi

giovedì 23 Luglio, alle ore 19,30


Due ipotesi critiche dialogano in questa edizione del Premio Termoli: Miriam Mirolla e Carla Subrizi riflettono sui criteri intorno ai quali raccogliere 24 artisti, come richiesto, per quella che è una delle più consolidate e storiche manifestazione artistiche italiane.

Un “Premio ai giovani artisti” pone prima di tutto la questione dell’ampiezza dei confini all’interno dei quali selezionare gli artisti e individuare le opere. E ancor prima richiama in campo una doppia questione: cosa si intende per “giovane” e cosa si intende per artista, o meglio, come si diventa artisti. Nell’individuare personalità in progress si determina infatti una vera e propria legittimazione di professionalità che, quasi sempre, interagisce con comportamenti, modi di vita, obiettivi.  Pubblico e privato, psichico e planetario, locale e globale, identità e differenze, si intersecano senza tregua. Quali dunque le relazioni, anche in un Premio, tra critica e artisti, tra posizioni emergenti che si consolidano e meccanismi della legittimazione che pian piano creano sistema e tendenze? Già in questa fase interrogativa, nel confronto critico tra le due studiose, hanno interagito diverse componenti, ovvero i criteri per la raccolta dei dati generali, la selezione di materiali editoriali e di altri documenti anche disponibili in internet, le diverse esperienze pregresse.

In un confronto incrociato è nata dunque l’idea di Interplay, un concetto mutuato dal linguaggio musicale, per dichiarare attraverso un titolo estremamente sintetico che questa edizione del Premio Termoli intende mettere in campo un’interazione complessa di sollecitazioni, da indagare attraverso il lavoro degli artisti invitati.

Da una parte l’attenzione allo spazio del piccolo, al micro, al quotidiano, alla dimensione  meno visibile di azioni e desideri ma che spinge a cercare  relazioni diverse da quelle abituali, costruite spesso su  comportamenti convenzionali: una sorta di attenzione per uno spazio della differenza (Subrizi); dall’altra parte il misurarsi con una dimensione globale e già post-globale, che richiede una condizione di verifica su larga scala, dell’estremamente lontano e differente, laddove il desiderio d’identità del giovane artista è spesso avallato e confortato dall’apparente onnipotenza delle nuove tecnologie (Mirolla).

Entrambe le ipotesi si radicano in un medesimo contesto e condividono la premessa di un’epoca che ha oramai alle spalle le sintesi e le generalizzazioni, le teorie onnicomprensive, la ricerca di unici modelli e riferimenti.

Proprio a partire dalle differenze, dalla frammentazione e apparente dispersione attuali, poetiche e politiche, culturali e interculturali, e da una generale “performance anxiety” del sistema dell’arte, l’operazione critica di Mirolla e Subrizi si propone di realizzare una doppia regia sul reale, dando spazio a inedite dinamiche del fare, pensare e immaginare attraverso l’arte.



Artisti invitati da Miriam Mirolla:

Costanza Dal Testa, Matteo Fato, Hugh Findletar, Giuliano Lombardo, Sebastiano Mauri, Cristiana Palandri, Gabriele Pesci, Benedetto Pietromarchi, Elena Sbardella, Alice Schivardi, Susana Serpas Soriano, Lucia Uni.


Artisti invitati da Carla Subrizi:

Diego Bonetto, Carola Bonfili, Chiara Camoni, Emanuela De Notaris, JB Rock, Domenico Mangano, Sandrine Nicoletta, Caterina Notte, Luana Perilli, Massimo Pianese, Nordine Sajot, Giulio Squillacciotti.



Galleria Civica d'Arte Contemporanea

piazza S. Antonio, Termoli

e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

tel. 0875 702311.507

24 luglio - 13 settembre 2009


orario mostra:

Luglio e Agosto 10,00 - 12,00 / 20,00 - 23,00

Settembre 10,00 - 12,00 / 17,00 - 20,00

 

MM quotations

Previous Succ.
"Ogni artista della seconda metà del secolo nasce all'insegna dell'esperienza diretta o indiretta della guerra, e dal modo in cui risponde simbolicamente alla morte, alla perdita e al lutto attraverso la propria creatività" (Miriam Mirolla, 2001)
"Any individual, before he can be considered an artist, is an explosive mixture of collective biography and individual pathology" (Miriam Mirolla, 1999)
"Gli Stimoli Psycho-Pop sono degli autoritratti spietati, antigraziosi, ready-made psichici che conducono la nostra percezione verso il limite del guardabile" (Miriam Mirolla, 2011)
“Nelle diverse poetiche delle giovani artiste del nostro tempo riconosciamo un comune denominatore, ovvero la ricerca di una nuova fisionomia femminile capace di tenere uniti desiderio e creatività, corpo e mente, come mai la cultura patriarcale era riuscita a proporre finora”. (Miriam Mirolla, 2010)
“Grande è la fiducia che riponiamo nel giovane artista. Cosa ci aspettiamo? Semplicemente che cambi la storia introducendo suo malgrado un nuovo sistema di valori.” (Miriam  Mirolla, 2010)
“Mi chiedo quali siano le sensazioni e i pensieri di un giovane artista oggi, quali siano i suoi convincimenti e dove affondi il proprio ideale dell’io. Come siano articolati i suoi dubbi e i momenti di incertezza. I sintomi del malessere e le forme del benessere. Da dove tragga forza per difendere i propri contenuti emotivi e intellettivi. E quale possa essere il motore mobile della sua ricerca estetica.” (Miriam Mirolla, 2010)
“L’arte ha lo scopo di allungare il nostro sguardo sulle relazioni d’amore” (Miriam Mirolla, 2010)
“Il rapporto del soggetto con la presenza fantasmatica è il nuovo asse conoscitivo del XXI secolo” (Miriam Mirolla, 2010)
“La realtà più la sua interpretazione è oggi la linea maestra dell’arte, scopo e prospettiva, futuro dell’immagine e immagine del futuro” (Miriam Mirolla, 2010)

NEWS

Previous Succ.
Cronache dal Quarticciolo Lettera aperta a Luca Bergamo, Assessore alla Cultura del Comune di Roma Nella ... Read more
PARTORIRE CON L'ARTE, ovvero L'ARTE DI PARTORIRE Cari Amici, Studenti e Colleghi,Spero di fare cosa gradita inviandovi notizia di... Read more
APPUNTI DI VIAGGIO - 20 marzo 2014 SERPENTINE SACKLER GALLERY _ LONDRA Uno spazio espositivo sobrio, essenzial... Read more
Finalmente nascono le Facoltà di Belle Arti Miriam Mirolla e Vita Segreto 13 novembre 2012pubblicato su: http://www.reset... Read more
We are greater... “We are greater than the sum of our individual ambitions…” …we can keep the pro... Read more
Lettera ai Principi Lettera ai Prìncipi Sul futuro immediato delle Accademie di Belle Arti Leggi i... Read more
Del "pensare agli altri". Alcune considerazioni “Il messaggio che invio, e credo anche più importante di quello scientifico, è d... Read more